RAEE in carcere

A Ferrara il progetto consiste nello smontaggio e pretrattamento dei RAEE R2 - Grandi Bianchi (lavatrici, lavastoviglie, cappe, forni ,ecc.); da parte di persone in esecuzione penale, selezionate/indicate dalla direzione dell’Istituto penitenziario di Ferrara. 

La sede del laboratorio è stata individuata all’interno dell’Istituto penitenziario di Ferrara, in locali idonei e adeguati allo scopo, presso la stessa Casa Circondariale in Via Arginone 327 Ferrara. Dopo il terremoto che ha colpito la città nel 2012 parte delle attività sono state spostate presso il laboratorio della coopertiva il Germoglio. 

L’attività produttiva è gestita dalla cooperativa sociale Il Germoglio che assume e remunera i lavoratori detenuti, su mandato e compenso del Consorzio Ecodom e di ERP. Il laboratorio di Ferrara è stato inaugurato il 1 febbraio 2010.

Per quanto concerne la logistica dei locali, interni all’Istituto di Ferrara, ovviamente non accessibili a tutti, sono attrezzati con adeguata impiantistica e sistemi di sicurezza. I locali comunicano con un cortile intramurario dove possono accedere i camion, con piano di carico ad altezza del pianale del cassone e aree adibite a stoccaggio dei materiali.